Chemical Landmark 2012

Culla della chimica a Basilea

Nominato «Luogo storico della chimica» il 20 settembre 2012.

Il quarto riconoscimento di «Luogo storico della chimica» si è tradotto in un doppio tributo a Basilea: da una parte è stata premiata l'area Rosental in qualità di vera «culla della chimica a Basilea», dall'altra è stato espresso vivo apprezzamento per il valore dell'archivio aziendale di Novartis come raccolta di interessanti testimonianze e artefatti.

Area Rosental

Quello di Rosental è lo stabilimento più vecchio ancora oggi conservato nell'area dell'industria chimica di Basilea. Nel 1862 J. J. Müller & Cie., un'azienda nata dallo scorporo di J. R. Geigy AG, costruì nell'area di Rosental un moderno stabilimento per la produzione di coloranti sintetici.

Rosental-Areal, Aufnahme aus dem Jahr 1870 (Copyright: Novartis Firmenarchiv)
Rosental-Areal, Aufnahme aus dem Jahr 1870 (Copyright: Novartis Firmenarchiv)

Il 1888 segnò l'arrivo di Traugott Sandmeyer che con i suoi metodi contribuì notevolmente al successo dell'azienda. All'inizio del XX secolo, l'area si ampliò con nuovi stabilimenti di produzione. Gli anni '30 del Novecento videro la nascita della ricerca e della produzione di insetticidi che subirono una grande accelerata grazie alla scoperta del diclorodifeniltricloroetano (DDT) ad opera di Paul Hermann Müller (premio Nobel nel 1948). Poco dopo seguirono fungicidi, mordenti per sementi e prodotti farmaceutici.

Rosental-Areal, Farblitho aus dem Jahr 1926 (Copyright: Novartis Firmenarchiv)
Rosental-Areal, Farblitho aus dem Jahr 1926 (Copyright: Novartis Firmenarchiv)

Nella metà dello scorso secolo, l'area venne ulteriormente ampliata con edifici dedicati a laboratori e a uffici. Negli anni '60 la produzione nell'area Rosental venne sospesa per essere trasferita nello stabilimento Schweizerhalle. Successivamente gli edifici aziendali vennero demoliti e al loro posto vennero edificati altri edifici a uso laboratorio. Negli anni '50 e '60, la ricerca farmaceutica e in particolare la ricerca di antireumatici antinfiammatori ebbe grande successo: Butazolidin®, Tanderil®, ma soprattutto Voltaren® sono prodotti ormai conosciuti in tutto il mondo.

A partire dagli anni '80, l'area Rosental si trasformò in modo sempre più evidente nella sede di aziende come Ciba-Geigy, Novartis e infine Syngenta. Nel 2007, infine, sono nati gli ultimi laboratori di ricerca di Syngenta. Attualmente, accanto alla sede principale di Syngenta, nell'area Rosental si trovano oltre 30 aziende e istituzioni scientifiche del settore life science. Tuttavia, a testimonianza dell'evoluzione dinamica dell'industria chimica di Basilea, rimane uno degli edifici più antichi dell'area che ricorda a visitatori e dipendenti il valore storico di questa zona.

Archivio aziendale di Novartis

L'archivio aziendale di Novartis AG è il più antico della Svizzera e conserva materiali e portfolio di tutte le sue aziende precedenti fino agli anni '60 dell'Ottocento. In particolare si tratta dei portfolio sviluppati in modo indipendente l'uno dagli altri o ancora in divenire delle aziende J.R. Geigy AG (fondata nel 1758), Durand & Huguenin AG (fondata nel 1872), CIBA Aktiengesellschaft (fondata nel 1884) e le aziende precedenti in essa integrate, Sandoz AG (fondata nel 1886) e l'azienda in essa poi integrata Wander AG (dal 1967), Ciba-Geigy AG (fusione del 1970) e Novartis AG (fusione del 1996).

Company archive of Novartis AG (Copyright: Novartis Firmenarchiv)
Company archive of Novartis AG (Copyright: Novartis Firmenarchiv)

Gran parte della storia dell'industria chimico-farmaceutica di Basilea è qui raccolta, ricostruita e ben conservata, ma anche resa accessibile per ricercatori, storici e chiunque sia interessato. Tutelando questo patrimonio da danneggiamenti, distruzione e furto, l'archivio aziendale garantirà l'accesso ai documenti in esso conservati anche alle generazioni future.

Il patrimonio dell'archivio comprende i più diversi documenti scritti e testimonianze non scritte di procedure e usanze. Tra questi documenti si trovano atti di costituzione, contratti, verbali di assemblee generali, verbali di sedute di consiglio di amministrazione e direzione aziendale, relazioni commerciali e di revisione, regolamenti di organizzazione, bilanci di fine anno, piani d'investimento, statistiche, elenchi del personale, pubblicazioni aziendali, piani dell'area e piani di costruzione, imballaggi dei prodotti e documenti fotografici e audio sia classici sia in formato digitale. Nell'archivio si trovano anche la medaglia del premio Nobel conferita a Paul Hermann Müller e i primi principi attivi farmaceutici, ma anche un'esaustiva raccolta di materiale grafico relativo a prodotti e pubblicità. L'archivio aziendale di Novartis dispone attualmente di 2,6 km di atti già catalogati e 700 metri non catalogati.Con le sue testimonianze storiche, questa ampia memoria cronologica rappresenta le straordinarie conquiste e prestazioni dell'industria chimico-farmaceutica svizzera.

L'onorificenza è stata conferita il 20 settembre 2012. Poco meno di 120 persone hanno risposto all'invito, tra questi numerosi collaboratori attuali ed ex-collaboratori di Novartis AG e di Syngenta AG, ma anche personalità della politica e dell'economica dell'area di Basilea. La cerimonia è iniziata presso l'area Rosental, dove il Prof. Dr. Felix Escher, vice presidente dell'Accademia svizzera di scienze naturali (SCNAT), ha salutato i presenti a nome dell'Accademia svizzera di scienze naturali. Nel suo discorso di encomio il Prof. Dr. Hans-Jürgen Hansen, professore emerito di chimica presso l'Università di Zurigo, ha sottolineato il valore dell'area Rosental nella storia della chimica a Basilea. Dopo la presentazione della targa commemorativa, la parola è passata a Christoph Mäder, membro del direttivo di Syngenta AG che ha espresso il suo ringraziamento per il riconoscimento, ricordando ancora una volta il valore storico dell'area per l'industria chimica di Basilea e lo sviluppo dell'industria chimico-farmaceutica nella sede di Basilea.

Foto: B. Winter
Foto: B. Winter

Al termine della prima parte dell'evento, i partecipanti hanno potuto ammirare l'esposizione allestita per la cerimonia di premiazione, dedicata al passato dell'area Rosental, e partecipare a un piccolo rinfresco.

La seconda parte dell'evento si è svolta poco dopo presso il campus Novartis. Dopo il saluto e una breve presentazione dell'iniziativa «Chemical Landmarks» a cura del Prof. Dr. Karl Gademann, presidente di «Platform Chemistry» dell'Accademia svizzera di scienze naturali (SCNAT), nel suo intervento il signor Walter Dettwiler, responsabile dell'archivio aziendale di Novartis, ha fornito una panoramica dettagliata della storia dell'industria chimica e farmaceutica a Basilea. A supporto del suo discorso ha usato numerose immagini dell'archivio aziendale, mostrando i numerosi «tesori» della preziosa raccolta di testimonianze. Durante il suo racconto ha presentato con maggior dettaglio la storia dell'archivio aziendale ai presenti. Nel suo discorso di encomio il Prof. Dr. Dieter Seebach, professore emerito di chimica organica presso il Politecnico federale di Zurigo, ha sottolineato il valore storico dell'ampio archivio e la sua utilità per le generazioni odierne e future. Dopo la presentazione della seconda targa commemorativa, Pascal Brenneisen, Country President Switzerland di Novartis, ha espresso il proprio ringraziamento per il riconoscimento, ricordando ancora una volta l'importanza dell'industria chimico-farmaceutica odierna per l'area di Basilea, ma anche per l'economia svizzera in generale.

Copyright: Peter Schnetz
Copyright: Peter Schnetz

Press release (German/ for the French version, please switch to FR [top right of page])

Brochure "The history of the Rosental site in Basel"

Media coverage

- Basler Zeitung - 21.9.2012, p. 38
ChemieXtra
- SCG / SSC / SCS
- Vogel Gryff - 27.9.2012, p. 9
CHIMIA 2013, 67, p. 298

Bando per il riconoscimento

Nominate un luogo per i «Chemical Landmarks»:

l'invito a presentare candidature a «Platform Chemistry» è aperto a tutti, non è necessario essere chimici o storici. Inviateci una descrizione del luogo con informazioni dettagliate sul significato (chimico-)storico (max 3 pagine A4). Eventuale documentazione aggiuntiva (immagini, articoli ecc.) è gradita.

Le proposte per il riconoscimento saranno valutate da una giuria composta da chimici, ingegneri chimici e storici della scienza.

Contatto:

SCNAT 
Platform Chemistry
Laupenstrasse 7
3008 Bern

chemistry@scnat.ch.com [senza ".com"]